I Valori della Diversità


A tu per tu con l’Associazione Co.C.I.D., da anni attiva per l’integrazione dei disabili. Si prefigge il compito di migliorare l’integrazione sociale del disabile e del minore in condizioni di disagio socio-ambientale, con particolare riguardo all’età evolutiva

Assoicazione COCID

Caparbietà, impegno e voglia di migliorare. Queste sono le linee guida dei genitori e delle famiglie che animano il CO.C.I.D. Onlus, il coordinamento cittadino per l’integrazione del disabile. L’associazione nasce dalla voglia di guardare avanti e di non arrendersi, nasce dallo spirito di famiglie che credono in un futuro migliore per i propri figli, nasce da chi in prima persona vive accanto a persone diversamente abili. Genitori che con grande amore e volontà hanno deciso di unire le forze e camminare insieme. Il CO.C.I.D. prende vita il 30 novembre 1995 come comitato, poi nel 2002 diventa un’associazione Onlus, ovvero un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale. Il coordinamento si prefigge il compito di migliorare l’integrazione sociale del disabile e del minore in condizioni di disagio socio-ambientale, con particolare riguardo all’età evolutiva. Il CO.C.I.D. Onlus opera nel XIII Municipio con sede in via Capo Spartivento, in un territorio caratterizzato da un grave divario tra i bisogni della popolazione e le prestazioni effettivamente erogate.

Lo statuto. Lo statuto è composto da 21 articoli che mirano a legittimare e a stabilire comportamenti e azioni dei soci e dell’associazione stessa. Per il conseguimento dello scopo prefissato il CO.C.I.D. ONLUS prevede la promozione di iniziative  volte al miglioramento dell’assistenza di chi necessita  sostegno morale, psicologico, fisico ed educativo attraverso gruppi di volontari denominati “Assist”, specializzati nell’assistenza personale; la realizzazione di centri socio-sanitari-assistenziali, quali centri diurni, case famiglie e residenzialità protette; la promozione del miglioramento della qualità e della quantità dell’assistenza terapeutica e riabilitativa. Il CO.C.I.D. ONLUS organizza anche attività per l’informazione e la formazione rivolta ai soggetti con disabilità, familiari e volontari Assist. “Si propone inoltre”- si legge nello statuto- “di intraprendere tutte le altre iniziative direttamente connesse che si ritengono idonee al conseguimento delle finalità associative, anche per mezzo di forme di collaborazione con gli enti pubblici e privati. Possono far parte dell’associazione tutti coloro che intendono impegnarsi per il perseguimento dei fini esclusivamente di solidarietà sociale, secondo gli scopi statutari, volontariamente ed in totale assenza di retribuzione.” L’intento iniziale era quello di cercare una risposta al mancato soddisfacimento dei diritti dei disabili partendo dall’approfondimento delle conoscenze del sistema legislativo e del funzionamento della sanità. Pian piano ha preso corpo la consapevolezza dell’esistenza di tanti altri diritti negati e della possibilità di svolgere un ruolo attivo di stimolo nel XIII municipio, sia con la segnalazione delle disfunzioni, sia con l’attuazione di progetti in collaborazione con l’istituzione municipale, sanitaria e scolastica, con le cooperative sociosanitarie assistenziali e la consulta cittadina dell’handicap.

Quello che è stato fatto e le attività. Seguendo questa linea di pensiero, i membri del coordinamento hanno realizzato, ad oggi, tanti progetti e attività. Partendo dal 1997, anno in cui  iniziarono a battersi per ottenere il miglioramento dell’assistenza scolastica (AEC) e domiciliare attraverso accordi con il Municipio, le scuole del territorio e le cooperative assistenziali socio-sanitarie, per continuare poi con il 2000, quando il coordinamento entra a far parte di “Insieme oltre l’ostacolo”, una rete costituita da scuole e servizi sociali del XIII municipio, la ASL RMD e altre due cooperative assistenziali. Un anno dopo infatti diventa parte attiva del 1° convegno. Nel corso del tempo, a partire dal 2002, quando il 4 aprile diventa associazione a tutti gli effetti, sono state portate avanti tante iniziative come quella sul problema dell’insufficienza dell’organico degli insegnanti di sostegno nelle scuole; la realizzazione del primo Calendario nel 2004 per la raccolta fondi a sostegno di un progetto sulla terapia comportamentale di ragazzi autistici; l’organizzazione di centri estivi e convegni con medici ed esperti per riuscire ad affrontare efficacemente i problemi di tutti i giorni; la rassegna cinematografica partita nel 2005 e una lotteria della solidarietà. Questi sono solo alcuni dei punti con i quali il CO.C.I.D.  è stato, ed è tutt’ora,  presente e attivo nel XIII municipio. I volontari del coordinamento ogni anno mettono a disposizione la propria serietà e il proprio impegno per realizzare raccolte fondi, bomboniere equosolidali, tornei di Natale, la partita del cuore perché ogni entrata può incentivare sempre più progetti di solidarietà.  In ogni momento il CO.C.I.D.  organizza eventi di aggregazione come il centro diurno e centri estivi per i ragazzi. In programma, si prevede per settembre, una manifestazione dedicata all’Abruzzo e un progetto per facilitare e conquistare l’autonomia dei ragazzi.

COCID

L’unione fa la forza. Si può dire che questo è un motto usato dai membri dell’associazione che più sono, più riescono a dare. Quest’anno, in occasione del XXI edizione del premio “Sisto Ciotoli”, un riconoscimento particolare è andato proprio ai genitori del coordinamento  per  “l’impegno profuso nel campo della solidarietà sociale”. Attualmente a portare avanti questa iniziativa sono alcuni genitori di ragazzi disabili. “Cerchiamo volontari”- riferiscono dal CO.C.I.D.-” per poter aiutare sempre più famiglie. I parenti cercano un vero aiuto e qui insieme possiamo fare qualcosa anche attraverso il sostegno di una psicologa e l’unione e la condivisione delle nostre esperienze quotidiane.” L’associazione infatti dichiara che non si ferma mai la voglia di andare avanti e offrire sempre di più un aiuto concreto per poter realizzare e diffondere il valore della diversità. Per ottenere questo c’è bisogno di persone che si offrano in maniera volontaria e siano disposte a dare un sostegno pratico per iniziative e progetti. Il CO.C.I.D. Onlus, grazie alle opere messe in campo e all’instancabile voglia di fare, si può definire un punto di riferimento per tutto il territorio.

 

9 giugno 2012
Silvia Cardone

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.