Il CO.C.I.D. Onlus

Il CO.C.I.D. Onlus, Coordinamento Cittadino per l’Integrazione del Disabile, nasce, con il caparbio e costante impegno di alcuni genitori di bambini diversamente abili, nel 1995 come comitato, per poi diventare associazione Onlus nel 2002.
Con il passare degli anni si fa strada la consapevolezza che l’associazionismo è fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi statutari.
L’attività è primariamente finalizzata al miglioramento dell’integrazione sociale del disabile e del minore in condizioni di disagio socio-ambientale, con particolare riguardo all’età evolutiva.Il CO.C.I.D. Onlus si costituisce in un territorio caratterizzato da un grave divario tra i bisogni della popolazione e le prestazioni effettivamente erogate dal XIII Municipio del Comune di Roma.

I nostri valori

Il CO.C.I.D. crede nel valore della diversità:

  • Lotta per la piena integrazione e l'inclusione sociale della persona diversamente abile.
  • Diffonde la cultura e l'accettazione della disabilità.
  • Incoraggia il dialogo e la collaborazione con le Istituzioni e la società civile per la realizzazione dei valori.

Scopi e obiettivi

L’intento iniziale era quello di cercare una risposta al mancato soddisfacimento dei diritti dei disabili partendo dall’approfondimento delle conoscenze del sistema legislativo e del funzionamento della sanità.
Nel prosieguo delle attività, prende corpo la consapevolezza dell’esistenza di tanti altri diritti negati e della possibilità di svolgere un ruolo attivo di stimolo, sia con la segnalazione delle disfunzioni, sia con l’attuazione di progetti in collaborazione con l’istituzione municipale, sanitaria e scolastica, con le cooperative sociosanitarie assistenziali e la consulta cittadina dell’handicap.
Il Miglioramento dell’assistenza ai soggetti, che necessitano di sostegno morale, psicologico, fisico ed educativo (art. 3 dello statuto CO.C.I.D. Onlus, è la finalità associativa da realizzarsi attraverso le seguenti iniziative:

  • Realizzazione di centri socio-sanitari-assistenziali quali centri diurni, case famiglie e residenzialità protette;
  • Promozione, anche attraverso la segnalazione delle disfunzioni dei servizi, della qualità e della quantità dell'assistenza terapeutica-riabilitativa;
  • Formazione ed informazione rivolte ai soggetti con disabilità, ai loro famigliari e volontari “Assist";
  • Istituzione di un servizio di informazione ed orientamento riguardo alle necessità ed ai diritti dei soggetti interessati;
  • Organizzazione di corsi di formazione, manifestazioni, convegni e pubblicazioni.

Calendario 2020